Sàmi Blood

Il 30 novembre uscirà nelle sale italiane Sàmi Blood, film drammatico diretto da Amanda Kernell, con Lene Cecilia Sparrok e Mia Erika Sparrok, che racconta la storia di Elle Marja (Lene Cecilia Sparrok), una ragazzina Sámi che negli anni Trenta cerca di integrarsi nella società svedese.
I Sàmi, conosciuti anche come Lapponi, sono un gruppo etnico nativo dell’estremo nord stabilitisi nelle aree più settentrionali di Svezia, Norvegia, Finlandia e Russia dell’ovest e presentano caratteri somatici e cultura molto diversi dalle altre popolazioni di queste nazioni.
Elle Marja rifiuta le sue origini e decide di frequentare la scuola ma per fare ciò le viene chiesta la certifcazione della razza e subisce discriminazioni e umiliazioni. Non si dà per vinta e sogna una vita diversa, all’insegna della dignità e del rispetto che merita.
Questa la trama pubblicizzata per il lancio del film. Spero che la pellicola venga proiettata nella mia zona. Se riuscirò a vederla vi racconterò più nel dettaglio.

Salva

Annunci

Art of Scandinavia

Nella serie di tre documentari prodotti dalla BBC Art of Scandinavia lo storico dell’arte Andrew Graham Dixon guida gli spettatori attraverso l’arte di Norvegia, Danimarca e Svezia dal Medioevo a oggi.
La serie si può vedere su RaiPlay al seguente link
Peccato che siano dispinibili solo la seconda e terza puntata mentre manca la prima.

Salva

Salva

Books From Norway

Volete avere informazioni (in inglese) sulla letteratura norvegese?
NORLA – letteratura norvegese all’estero (ente che sostiene e finanzia iniziative di promozione e traduzioni per la diffusione della letteratura norvegese nel resto del mondo) ha da poco lanciato il sito Books From Norway che offre una panoramica completa sull’offerta editoriale della nazione nordica che nel 2019 sarà ospite d’onore alla Fiera del libro di Francoforte.
Nel sito è possibile trovare dettagliate schede su libri di narrativa e saggistica sia per adulti che per bambini e ragazzi.

 

 

Salva

Epos, il battello biblioteca norvegese

La costa norvegese è caratterizzata da una moltitudine di isole e isolotti, parecchie comunità sono più facilmente raggiungibili in barca che con gli altri mezzi di trasporto. Per questo nel 1959 è stato “varato” (è proprio il caso di dirlo) il servizio bibliotecario su battello nella cittadina di Hordaland.
Il primo battello utilizzato misurava 62 piedi e si chiamava Abdullah, come la marca di sigarette, reminiscenza del suo passato nel commercio del tabacco. Fu un successo immediato, molto ben accolto nelle 150 frazioni visitate nell’arco di un anno, durante il quale vennero presi prestito 7000 libri.
Ma Abdullah era troppo piccolo per ospitare anche altre iniziative, perciò nel 1962 venne sostituito da una imbarcazione più grande. Continua a leggere “Epos, il battello biblioteca norvegese”

Racconti sulla Finlandia: concorso

L’Ambasciata di Finlandia a Roma in collaborazione con l’Associazione Giuseppe Acerbi e Visit Finland, in occasione del centesimo anniversario della Finlandia, hanno lanciato il concorso Racconti sulla Finlandia, aperto a tutti coloro che vogliano raccontare il loro viaggio in Finlandia attraverso la scrittura, la fotografia, i video, i blog, i vlog o altre forme di storytelling.
Per partecipare basta inviare entro il 31 ottobre 2017 il racconto di viaggio in formato elettronico all’indirizzo email: racconti@raccontisullafinlandia.fi
E allegare alla mail i propri contatti (nome, cognome, indirizzo, numero di telefono). Il formato del racconto è libero (un blog, un videoblog, un fotogiornale etc.) Continua a leggere “Racconti sulla Finlandia: concorso”

Islanda: la saga poetica contemporanea che racconta l’ultima Thule

L’articolo che segue è stato pubblicato sulla rivista letteraria on line Il Colophon.

Islanda, patria del ghiaccio e del fuoco, finis terrae dell’ultima Thule, estremo avamposto a nord-ovest da cui i vichinghi conquistarono la Groenlandia e arrivarono al Canada. Una nazione giovane sia sotto l’aspetto geologico che politico-amministrativo visto che ha ottenuto l’indipendenza dalla Danimarca solo nel 1944.
Il paesaggio meraviglioso e spesso inospitale la rende una meta molto ambita dalle nuove migrazioni turistiche, un paesaggio in cui l’uomo pare essere un semplice comprimario di fronte alla natura protagonista. Ma è solo un’impressione perché qui l’uomo si è costruito una lunga storia in cui proprio la narrazione, il racconto, hanno avuto un ruolo fondamentale, in alcuni casi salvifico, che si è tramandato per secoli dalle saghe (saga è una parola islandese che significa racconto) ai moderni romanzi, offrendo nelle parole degli scrittori un ritratto fedele e profondo di questo paese e della sua gente. Non a caso romanzo in islandese si dice skáldsaga, termine composto da due parole: skáld che significa poeta e saga. Quindi un racconto poetico.
I temi ricorrenti e i personaggi delle antiche saghe si ritrovano spesso nella letteratura islandese contemporanea in cui il legame tra gli scrittori e la propria terra di origine rimane molto stretto, tanto da offrire al lettore straniero la possibilità di compiere un viaggio ideale tra i luoghi e la cultura di questa isola alla fine del mondo. Continua a leggere “Islanda: la saga poetica contemporanea che racconta l’ultima Thule”