Racconti sulla Finlandia: concorso

L’Ambasciata di Finlandia a Roma in collaborazione con l’Associazione Giuseppe Acerbi e Visit Finland, in occasione del centesimo anniversario della Finlandia, hanno lanciato il concorso Racconti sulla Finlandia, aperto a tutti coloro che vogliano raccontare il loro viaggio in Finlandia attraverso la scrittura, la fotografia, i video, i blog, i vlog o altre forme di storytelling.
Per partecipare basta inviare entro il 31 ottobre 2017 il racconto di viaggio in formato elettronico all’indirizzo email: racconti@raccontisullafinlandia.fi
E allegare alla mail i propri contatti (nome, cognome, indirizzo, numero di telefono). Il formato del racconto è libero (un blog, un videoblog, un fotogiornale etc.) Continua a leggere “Racconti sulla Finlandia: concorso”

Annunci

Islanda: la saga poetica contemporanea che racconta l’ultima Thule

L’articolo che segue è stato pubblicato sulla rivista letteraria on line Il Colophon.

Islanda, patria del ghiaccio e del fuoco, finis terrae dell’ultima Thule, estremo avamposto a nord-ovest da cui i vichinghi conquistarono la Groenlandia e arrivarono al Canada. Una nazione giovane sia sotto l’aspetto geologico che politico-amministrativo visto che ha ottenuto l’indipendenza dalla Danimarca solo nel 1944.
Il paesaggio meraviglioso e spesso inospitale la rende una meta molto ambita dalle nuove migrazioni turistiche, un paesaggio in cui l’uomo pare essere un semplice comprimario di fronte alla natura protagonista. Ma è solo un’impressione perché qui l’uomo si è costruito una lunga storia in cui proprio la narrazione, il racconto, hanno avuto un ruolo fondamentale, in alcuni casi salvifico, che si è tramandato per secoli dalle saghe (saga è una parola islandese che significa racconto) ai moderni romanzi, offrendo nelle parole degli scrittori un ritratto fedele e profondo di questo paese e della sua gente. Non a caso romanzo in islandese si dice skáldsaga, termine composto da due parole: skáld che significa poeta e saga. Quindi un racconto poetico.
I temi ricorrenti e i personaggi delle antiche saghe si ritrovano spesso nella letteratura islandese contemporanea in cui il legame tra gli scrittori e la propria terra di origine rimane molto stretto, tanto da offrire al lettore straniero la possibilità di compiere un viaggio ideale tra i luoghi e la cultura di questa isola alla fine del mondo. Continua a leggere “Islanda: la saga poetica contemporanea che racconta l’ultima Thule”

Un secolo di Finlandia attraverso le immagini

Image: U. A. Saarinen

Il 2017 è un anno significativo per la Finlandia che celebra il centenario dell’indipendenza, ottenuta il 6 dicembre 1917.
Tra i tanti eventi organizzati nella ricorrenza una mostra fotografica allestita al Museo Nazionale di Helsinki fino al 14 gennaio 2018. La mostra, dal titolo “The Public and the Hidden Finland” (la Finlandia pubblica e nascosta), racconta attraverso un centinaio di immagini la storia dell’ultimo secolo di questa nazione attraverso sei grandi temi: educazione, guerra, razza, uguaglianza e democrazia, il rapporto con la natura e la società.
Le immagini provengono dal National Board of Antiquities, un archivio che conserva circa 15 milioni di foto. Tra esse scatti di importanti fotografi e documentaristi, quali U. A. Saarinen, Martti Brandt, Pekka Kyytinen, Eeva Rista, Teuvo Kanerva e lo studio fotografico Aarne Pietinen. Continua a leggere “Un secolo di Finlandia attraverso le immagini”

Scrittori italiani che raccontano il nord: Amsterdam è una farfalla di Marino Magliani

Marino Magliani vive da tanti anni in una località vicino ad Amsterdam. Nei suoi libri grande spazio è dedicato alla narrazione del territorio che è divenuto ormai la sua patria.

La recensione che segue è stata pubblicata sulla rivista letteraria on line Il Colophon.

Difficile definire Amsterdam è una farfalla con poche parole: non è un romanzo vero e proprio, nemmeno una guida turistica per ciclisti o un racconto biografico. Anzi è tutto questo e molto altro. Continua a leggere “Scrittori italiani che raccontano il nord: Amsterdam è una farfalla di Marino Magliani”

La vera storia del pirata Long John Silver di Björn Larsson

La recensione che segue è stata pubblicata sulla rivista letteraria on line Il Colophon.
Perché scrivere la biografia  —  del tutto inventata  —  di un personaggio letterario nato dalla fantasia di un altro scrittore? Può essere il tentativo di dare risposta a questa curiosità che ci spinge ad iniziare la lettura de La vera storia del pirata Long John Silver di Björn Larsson, oppure il fatto che quella vecchia pellaccia senza una gamba abbia colpito in modo indelebile il nostro immaginario di bambini mentre leggevamo L’isola del tesoro. In un altro suo libro, Diario di bordo di uno scrittore, Larsson racconta che da piccolo aveva letto varie volte il romanzo di Stevenson ed era rimasto affascinato da Silver. “Era una fascinazione fatta di repulsione quanto di attrazione. Ma com’è possibile provare allo stesso tempo simpatia e avversione per uno spietato mascalzone come Long John? […] Quello che mi interessava capire era piuttosto cosa rendesse Long John Silver così diverso da tutti gli altri, cosa lo facesse piacere e insieme detestare. Un altro motivo per lasciare a Silver raccontare la propria storia era più evidente, e può essere sintetizzato nelle domande: «Cos’era successo prima?» e «Cosa successe dopo?»”. Continua a leggere “La vera storia del pirata Long John Silver di Björn Larsson”

L’armadio dei vestiti dimenticati di Riikka Pulkkinen

” Le relazioni umane sono come boschi fitti. O forse le persone stesse sono boschi, nei quali si aprono nuovi sentieri, a ritmo serrato; sentieri destinati a restare ignoti a molti, che si manifestano per caso a coloro che si trovano a passare in quel momento.”

Come spesso accade il titolo italiano di questo romanzo nulla ha a che fare con quello originale che è “Totta” cioè “verità”. E nemmeno la quarta di copertina da un’idea sincera di ciò che si leggerà: ci si immagina una sorta di giallo familiare e invece si scopre una storia introspettiva e intessuta di spunti di riflessione sulla malattia, la vecchiaia, la morte, il tradimento, gli affetti familiari e le dinamiche a volte contorte con cui affrontiamo il dolore e la perdita.
Confesso che credevo di intraprendere la classica lettura poco impegnativa da fine settimana durante la quale rilassarmi e spegnere la mente, mentre ho avuto la sorpresa di trovarmi davanti un libro lieve e denso allo stesso tempo, pervaso dalle atmosfere nordiche e dalla poesia malinconica dei finlandesi. Ma anche di una saggezza semplice che sorprende quando si scopre che Riikka Pulkkinen, autrice de L’armadio dei vestiti dimenticati, non ha nemmeno 30 anni. Continua a leggere “L’armadio dei vestiti dimenticati di Riikka Pulkkinen”